nick2nick

eBooks by nick2nick: economia e giurisprudenza

121 risposte in questa discussione

eBooks by nick2nick

economia e giurisprudenza

[tech-info][/tech-info]

Gli avvisi riguardanti tutti gli articoli che seguono compariranno in questo primo post.

Visualizzazione

Per visualizzare questo catalogo partendo dai post più recenti: in fondo a questa pagina, al centro, c'è:

"Ordina per" (Ora di invio) (Crescente) "Vai"

basta cambiare (Crescente) in (Decrescente), poi clic su "Vai".

Ricerche

Purtroppo il motore di ricerca interno di route34hacks limita il suo campo d'azione al primo post, ma c'è un trucco per trovare subito la pagina giusta in queste mie raccolte.

In google:

site:jazzcares.com "eBooks by nick2nick" quel che cercate

(mi raccomando eh?!, non state lì a digitarlo ma copia-incolla di site:jazzcares.com "eBooks by nick2nick")

Download

Per non essere sommersi dalle pubblicità invasive, è consigliato l'uso di Firefox (o di Google Chrome) con installata l'estensione "AdBlock Plus".

Molto più comodo che col browser è scaricare con il programma gratuito JDownloader 2, che anche decomprime gli archivi .rar e si ricorda le password utilizzate in precedenza per decomprimere i rar protetti.

Informazioni per scaricare da TusFiles

Se si scarica da TusFiles direttamente con il browser (consigliato Firefox con le estensioni "AdBlock Plus" e "NoScript"), bisogna:

- permettere in "NoScript" l'esecuzione dei javascript dal sito TusFiles (e SOLO da quello),

- si rimuove il segno di spunta che precede "Use our download manager and get recommended downloads" (altrimenti non inviano il file giusto ma un .exe adware);

- si fa clic sul pulsante verde (col nome del file .rar) sotto la nuvoletta;

tf4.png

Informazioni per scaricare da NowDownload

Per poter scaricare da alcuni filehoster, tra cui NowDownload, bloccati dai propri provider italiani, basta cambiare i DNS di default (= quelli del proprio provider) con i DNS di Google (8.8.8.8 e 8.8.4.4) o, meglio ancora, con quelli di OpenDNS (208.67.222.222 e 208.67.220.220). La procedura per il proprio sistema operativo si trova facilmente con google.

NowDownload, anche a chi non ha l'abbonamento premium, non richiede captcha e consente di scaricare più file contemporaneamente e velocemente.

Istruzioni dettagliate per il download

A) METODO IMMEDIATO SENZA INSTALLARE NULLA

Utilizzando il browser:

- Selezioni tutto il link (

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

) nel riquadro "download" del post e fai "copia";

- Vai nella barra dell'indirizzo del browser che usi e fai "incolla", poi premi il tasto "Invio";

- Si apre nel browser la pagina di TusFiles relativa al file richiesto.

Alcuni brontolano che a questo punto si aprono pagine pubblicitarie piuttosto fastidiose. Ma io non le ho mai viste perché utilizzo Firefox con le estensioni "AdBlock Plus" e "NoScript". Caldamente consigliato! (E non solo per Tusfiles: potrai dire addio alla pubblicità invasiva e ti godrai tutt'un altro web!)

A questo punto ci sono 2 possibilità:

1. Il file è disponibile per il download. Allora:

- permetti in "NoScript" l'esecuzione dei javascript dal sito TusFiles (e SOLO da quello);

- togli il segno di spunta che precede "Use our download manager and get recommended downloads", altrimenti non ti inviano il file giusto ma un .exe (adware);

- clic sul pulsante verde (col nome del file .rar) sotto la nuvoletta;

tf4.png

- scegli dove salvare il file (è un archivio con estensione RAR) e attendi il completamento del download;

- nelle ultime versioni di Firefox, nella barra dei menù c'è un'icona "freccia verso il basso" che, cliccata, mostra l'avanzamento dei download e, a download completato, facendo clic sul simbolo a destra apre la cartella dell'hard disk in cui il file è stato salvato;

- estrai il contenuto del file RAR (es: con WinRar oppure con UniExtract) utilizzando la password

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

2. Il file è off-line:

- talvolta può capitare che i server di tusfiles abbiano per qualche ora un problema tecnico che renda impossibile scaricare da essi (si è in questo caso quando, visualizzando la pagina di download e iniziando lo scaricamento, il browser visualizza un messaggio di errore): il file è ancora presente e disponibile, ma per scaricarlo bisogna riprovare in seguito;

- può però succedere (specie se il post è di parecchi mesi fa) che il file sia stato effettivamente cancellato dai server di tusfiles (si è in questo caso quando la pagina di download si visualizza correttamente, ma c'è scritto un "deleted"...): allora aggiungi un commento al post (specificando il titolo, perché i nuovi post vanno a finire in fondo alla lista e non riesco altrimenti a capire quale file ti dà problemi) oppure fai clic sul piccolo "PM" in basso al riquadro del post e mi avvisi con un messaggio privato, e provvedo appena possibile con un nuovo link funzionante.

B) METODO PIÙ EFFICACE E COMODO

Per scaricare file, specie se sono molti, è meglio utilizzare lo specifico programma JDownloader 2 (JD2 nel seguito), ma ci vuole un po' di accortezza altrimenti potrebbe installare qualche fastidioso adware (= programma pubblicitario inutile e spesso dannoso per il computer e la privacy).

Installazione:

1. Installa Java (

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

) se non è ancora presente nel computer, o aggiornalo all'ultima versione.

2. Dalla pagina di download del sito del produttore scegli il "without installer". In questo caso, in

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

, lo trovi come "Java - Other". È comune attualmente imbattersi in Installer = Adware, Portable = Freeware.

3. Scarichi JDownloader.jar, poi doppio clic su di esso. Il primo avvio di JDownloader 2 prevede un sostanzioso aggiornamento dei file essenziali al funzionamento del programma, con tanto di riavvio di JD2 e ripresa dell'aggiornamento.

4. Se nel frattempo l'installazione propone di installare qualche cazzabubbolo (toolbar, armenicoli strani...) bisogna rifiutare (togliendo spunte, facendo clic su annulla...).

5. Dai un'occhiata alle impostazioni di JD2 e apporta le modifiche del caso (con buon senso ed eventualmente consultando la sua documentazione).

Uso:

- Selezioni tutto il link (

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

) nel riquadro "download" del post e fai "copia";

- click destro sul file in JD2 e gli specifichi la password (basta la prima volta, poi JD2 se la ricorda e la riutilizza);

- avvii il download;

- i file scaricati, decompressi e pronti all'utilizzo, li trovi tutti nella cartella che hai specificato nelle impostazioni di JD2.

Se i file sono off-line: come al punto 2 del metodo "A".

Se, dopo aver letto con attenzione quanto sopra e seguito passo-passo la procedura, hai ancora qualche problema di download o qualche dubbio, non esitare a segnalarmelo!

Che significa "versione NT" per EPUB e MOBI

In un buon epub o mobi (o in un pdf con le note non a pie' di pagina) il riferimento alle note appare nel corpo del testo come un piccolo numero (o lettera o *) in posizione di apice. Facendoci clic sopra si visualizza un'altra parte dell'ebook con il contenuto della nota.

La versione "NT", cioè con il contenuto delle Note inserito direttamente nel Testo [[evidenziato da doppie parentesi quadre e dimensione ridotta dei caratteri]], è pensata per i dispositivi e-ink in cui è piuttosto scomodo sfruttare l'ipertestualità (touch screen + dimensione ridotta dei caratteri = ci si ritrova spesso nella pagina adiacente e non in quella linkata :-( ). Talvolta il contenuto delle note non è meramente bibliografico ma essenziale alla comprensione del testo. Fornisco entrambe le versioni, poi il lettore sceglierà secondo le sue preferenze.

Segnalazioni

Se avete problemi con il download dei file che ho pubblicato, segnalatemelo per favore con un messaggio privato (click su PM in basso a sinistra del post). Per le segnalazioni di più file, raggruppate per cortesia i titoli dei post in alto a sinistra (col copia-incolla, sono cliccabili ma si selezionano facilmente partendo dalla fine della frase) in un unico messaggio.

Buona lettura!

nick2nick

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

SCARICA DA OLTRE 80 HOST A PARTIRE DA 3,99 € AL MESE

CLICCA SULL'IMMAGINE DI ALLDEBRID QUI SOTTO

arteguerra.jpg

Livio Buttignol

Sun Tzu. L'arte della guerra

Riletto ad uso dei manager

2010 | PDF | 78 pagine | 0.3 MB

Scritto più di 2500 anni fa, "L'arte della guerra" è un manuale per il generale che aspira all'eccellenza. A fare di quest'opera una pietra miliare e una guida assolutamente moderna sono alcuni suoi insegnamenti fondamentali: la razionalità lucida con cui esaminare i mezzi e i fini della strategia; la lungimiranza con cui valutare e adottare le decisioni; l'adattabilità alle mutevoli condizioni dell'ambiente esterno. Nel corso dei secoli questo trattato è divenuto un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono imparare a vincere in ogni contesto, e in particolare per i manager chiamati a decidere la sorte delle imprese. Il percorso di lettura qui proposto da Buttignol riprende gli insegnamenti dello stratega cinese per applicarli con sorprendente pertinenza, alla luce di una esperienza manageriale lunga e di alto livello, al mondo del business di oggi.


http://www.tusfiles.net/lvdn0hi6wko2

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

europachiedefalso.jpg

Luciano Canfora

«È l'Europa che ce lo chiede!». Falso!

2012 | PDF | 45 pagine | 0.2 MB

Aumenta il profitto di pochi e si riduce il reddito di molti. Il dogma qual è? Che il profitto non si tocca, è sacro, così come è diventato sacro lo strapotere bancario e speculativo. Non c'è quasi più bisogno di contese elettorali. È qui la lezione amara. È qui che l'"europeismo" d'accatto perde la maschera.


http://www.tusfiles.net/348dtha5s3xf

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centolavoriorrendi.jpg

Dan Kieran

Cento lavori orrendi

Storie infernali dal mondo del lavoro

2007 | PDF | 180 pagine | 3.5 MB

Se siete convinti che il vostro lavoro sia il peggiore, questo libro potrebbe farvi ricredere. Una rivista inglese ha tenuto per anni una rubrica, aperta ai lettori, in cui si potevano descrivere le proprie esperienze lavorative. Da quella rubrica sono state scelte queste cento storie a rappresentare cento lavori differenti: dall'Aiuto cuoco in un negozio di kebab al Consulente per internet, dall'Ammazza-salmoni, al Perforatore di torte, dal Postino al Telefonista porno. Cento lavori possibili, impossibili, spesso terrificanti; lavori che nell'immaginario collettivo non vengono considerati poi cosí male ma che si rivelano una vera e propria tortura. Il libro ci racconta gli sforzi, la miseria e la ribellione di chi ha lavorato in bui e infernali magazzini, ma anche uffici, call center, ospedali, ristoranti e fabbriche.


http://www.tusfiles.net/6mhn9h8m0g8t

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

societoffshore.jpg

Giovanni Caporaso

Come usare una società offshore

2010 | PDF | 36 pagine | 0.8 MB

Le società offshore non servono esclusivamente per eludere le tasse. Il principale vantaggio è l'occultamento della proprietà con tutti i vantaggi inerenti dei Paradisi Fiscali, che vanno dall'elusione d'imposte relative al “tetto fiscale”, alla protezione del capitale da coniugi o creditori, ecc. Offshore significa letteralmente “fuori delle acque territoriali” o, in caso di un'operazione finanziaria “realizzata fuori del Paese di residenza” (operazione extraterritoriale). Si opera offshore per proteggere i propri capitali e ridurre il carico fiscale. I paesi considerati paradisi fiscali offrono alcuni limitati vantaggi ai residenti o alle società lì domiciliate. Per esempio, nel Principato di Monaco non si pagano le tasse sui redditi personali, mentre le società sono altamente tassate. A Panama invece, non si pagano le tasse sempre e quando il reddito non sia prodotto nel territorio nazionale. Negli Usa, durante il proibizionismo, e quando il gioco d'azzardo era vietato, alcuni audaci imprenditori avevano aperto dei casinò naviganti, fuori delle acque territoriali (offshore), dove piovevano le scommesse tra fiumi di bevande alcoliche. L'industria offshore è piccola e misteriosa, nonostante che secondo le ultime stime gestisce oltre il sessanta per cento dei capitali mondiali. Erroneamente si pensa che i Paradisi fiscali siano paesi frequentati solo da grandi finanzieri, politici corrotti, jet set e ultra-miliardari che si dedicano a spendere grandi somme per alimentare l'ozio. In realtà qualsiasi professionista, con un fatturato di 30-40 mila euro l'anno, può ottenere grandi vantaggi usando i Paradisi Fiscali.


http://www.tusfiles.net/gzvup51avx8v

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

paradisifiscali.jpg

Giovanni Caporaso

Come pagare zero tasse

I paradisi fiscali

2010 | PDF | 192 pagine | 5.4 MB

Perché gli italiani devono pagare più tasse degli americani o dei ciprioti? Se i Paradisi Fiscali sono illegali come ci vogliono far credere perché 320 Banche italiane hanno sedi in paradisi fiscali? I paradisi fiscali inoltre rappresentano quasi la metà delle attività internazionali delle banche mondiali. Circa un terzo degli investimenti all'estero delle multinazionali hanno come destinazione i paradisi fiscali. Le società offshore non servono esclusivamente per eludere le tasse. Il principale vantaggio è l'occultamento della proprietà con tutti i vantaggi inerenti dei Paradisi Fiscali, che vanno dall'elusione d'imposte relative al “tetto fiscale”, alla protezione del capitale da coniugi o creditori, ecc. Offshore significa letteralmente “fuori delle acque territoriali” o, in caso di un'operazione finanziaria “realizzata fuori del Paese di residenza” (operazione extraterritoriale). Si opera offshore per proteggere i propri capitali e ridurre il carico fiscale. I paesi considerati paradisi fiscali offrono alcuni limitati vantaggi ai residenti o alle società lì domiciliate. Per esempio, nel Principato di Monaco non si pagano le tasse sui redditi personali, mentre le società sono altamente tassate. A Panama invece, non si pagano le tasse sempre e quando il reddito non sia prodotto nel territorio nazionale. Negli Usa, durante il proibizionismo, e quando il gioco d'azzardo era vietato, alcuni audaci imprenditori avevano aperto dei casinò naviganti, fuori delle acque territoriali (offshore), dove piovevano le scommesse tra fiumi di bevande alcoliche. L'industria offshore è piccola e misteriosa, nonostante che secondo le ultime stime gestisce oltre il sessanta per cento dei capitali mondiali. Erroneamente si pensa che i Paradisi fiscali siano paesi frequentati solo da grandi finanzieri, politici corrotti, jet set e ultra-miliardari che si dedicano a spendere grandi somme per alimentare l'ozio. In realtà qualsiasi professionista, con un fatturato di 30-40 mila euro l'anno, può ottenere grandi vantaggi usando i Paradisi Fiscali.


http://www.tusfiles.net/18pd6d1gnk08

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

errorikeynes.jpg

Hunter Lewis

Tutti gli errori di Keynes

Perché gli Stati continuano a creare inflazione, bolle speculative e crisi finanziarie

2010 | PDF | 446 pagine | 1.6 MB

Durante la crisi finanziaria del 2008, gli Stati sono intervenuti con decisione per temperare gli “scompensi” del libero mercato. Forti del supporto di economisti con impeccabili credenziali, hanno tentato di “stimolare” l'economia attraverso robusti incrementi di spesa pubblica e con conseguente crescita del debito. Per giustificare queste politiche, si è costantemente invocata l'autorità di John Maynard Keynes (1883-1946), probabilmente il più influente economista del ventesimo secolo. Ma siamo sicuri che Keynes avesse ragione? Perchè se Keynes si fosse sbagliato, allora anche la politica economica di Barack Obama, George W. Bush e praticamente di tutti i governi del mondo di oggi si ispirerebbe a una visione errata dell'economia. Con stile semplice e piano Tutti gli errori di Keynes rilegge criticamente John Maynard Keynes, mettendone a fuoco tutti i limiti. Come scrive Francesco Forte nella sua prefazione, «la rivoluzione keynesiana ha dato luogo a risultati spesso disastrosamente negativi, come si può constatare con i consigli dati agli esperti, che se ne sono avvalsi prima e durante la grande crisi iniziata alla fine del 2008».


http://www.tusfiles.net/rnqcv8mibkgs

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

confessionisicarioecono.jpg

John Perkins

Confessioni di un sicario dell'economia

La costruzione dell'impero americano nel racconto di un insider

2005 | PDF | 215 pagine | 1.2 MB

I "sicari dell'economia" sono un'elite di professionisti ben retribuiti che hanno il compito di trasformare la modernizzazione dei paesi invia di sviluppo in un continuo processo di indebitamento e di asservimento agli interessi delle multinazionali e dei governi più potenti del mondo; sono, insomma, i principali artefici dell'"impero", di cui disegnano - lavorando dietro le quinte - la vera struttura politica e sociale. Per dieci anni John Perkins è stato uno di loro, e ha toccato con mano il lato più oscuro della globalizzazione in paesi come Indonesia, Iraq, Ecuador, Panama, Arabia Saudita, prima di affrontare una graduale presa di coscienza che lo ha portato a farsi difensore dell'ecologia e dei diritti civili delle popolazioni sfruttate. In questa autobiografia, appassionante come un romanzo e documentata come un'inchiesta di denuncia, Perkins ci costringe a riesaminare sotto prospettive inedite e inquietanti l'ultimo mezzo secolo di storia, e a interrogarci sul nostro futuro. Un bestseller internazionale indispensabile per comprendere a fondo le dinamiche dell'imperialismo e le ragioni dei conflitti che alimenta.


http://www.tusfiles.net/cbqcdneg9gor

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fr2007speranzaindiana.jpg

Federico Rampini

La speranza indiana

Storie di uomini, città e denaro dalla più grande democrazia del mondo

2007 | EPUB + PDF | 0.9 MB

Se c'è un luogo dove la speranza è giovane, questo è l'India. Una nazione a cui oggi l'Occidente guarda con stupore, incredulità, ammirazione. In India sta nascendo una nuova idea della modernità. Nell'ultimo quarto di secolo, infatti, con regolarità, questo impressionante paese è riuscito a sollevare dalla miseria ogni anno l'1% in più della sua popolazione: col risultato che già 200 milioni di indiani, dal 1980 a oggi, hanno sconfitto per sempre la fame e il bisogno. Entro 20 anni il Pil indiano avrà superato quello di tutta Europa e fra meno di 30 anni l'India si sarà piazzata nel ristretto vertice dell'economia mondiale, il club delle tre superpotenze globali, in compagnia di Cina e Stati Uniti. Entro qualche decennio diventerà l'unica superpotenza popolata soprattutto di giovani e giovanissimi, una differenza che le garantisce una marcia in più nel suo dinamismo. Federico Rampini attraversa questo paese e mostra come il futuro dell'umanità si giochi in buona parte proprio qui, perché la maggioranza dei giovani che erediteranno questo pianeta stanno nascendo da mamme indiane.


http://www.tusfiles.net/6q7wehg3l6p1

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fr2008sloweconomy.jpg

Federico Rampini

Slow Economy

Rinascere con saggezza

2008 | EPUB | 1.0 MB

Federico Rampini ci racconta, in un viaggio attraverso tre continenti e decine di città, quale forma sta per prendere il nostro futuro. Abbiamo di fronte a noi una lenta e inesorabile rivoluzione verde che ci porterà a produrre e a consumare in modo più consapevole; si percepisce nei comportamenti dei governanti e degli elettori il desiderio di un "Neo-socialismo" che spinga gli stati ad assumere iniziative politiche più ponderate e attente alla qualità dei servizi, del welfare e della vita in generale. Insomma, secondo Rampini si va profilando la rivoluzione tranquilla della "Slow Economy": un nuovo modello di sviluppo dove la crescita a ogni costo non sarà più la prima preoccupazione delle nostre società. Un modello di sviluppo in cui, come in una sorta di "Slow food" esteso a ogni aspetto della vita, ritroveremo tutti insieme un nuovo (e antico nello stesso tempo) equilibrio con il nostro ambiente lavorativo, naturale e sociale.


http://www.tusfiles.net/bhmj5unsbljm

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fr2011miasinistra.jpg

Federico Rampini

Alla mia sinistra

2011 | EPUB + PDF | 0.9 MB

Nei primi anni del 2000 molti economisti e intellettuali di sinistra, tra cui lo stesso Rampini, hanno abbracciato un innovativo modello di sviluppo e sposato alcune idee storicamente appartenute alla destra: il mercato come sinonimo di progresso e il liberismo come via principe di sviluppo. Ma la crisi del 2008 ha spazzato via in pochi mesi tale corrente di pensiero: la bolla finanziaria si è abbattuta quasi solo sulle fasce medio-basse della popolazione, facendo crollare così il sogno da molti cullato di un liberismo progressista. Secondo Federico Rampini ora il mondo occidentale deve ritornare a un ideale di sinistra più tradizionale, appoggiando una società con un welfare forte, ponendo attenzione all'ambiente e ai temi dell'energia. Un modello - come quello seguito dal Brasile di Lula e, in parte, dall'America di Obama - in cui la crescita economica si accompagni all'integrazione sociale, a un consumo sostenibile e a forti investimenti dello Stato in ricerca e sviluppo. In questo pamphlet Rampini ci spiega perché lui stesso, dopo la "sbornia" degli anni 2000, è ritornato "di sinistra", cosa gli ha fatto cambiare idea, e qual è la strada da seguire per una società più giusta e più sana, evitando così un lento declino.


http://www.tusfiles.net/wxfqfer5r0oz

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fr2012orologitempo.jpg

Federico Rampini

Voi avete gli orologi, noi abbiamo il tempo

Manifesto generazionale per non rinunciare al futuro

2012 | EPUB + PDF | 0.7 MB

Hanno portato l'Italia a essere il settimo Paese più industrializzato al mondo. A loro si devono il miracolo economico, l'incremento dei consumi e le grandi conquiste nel campo dei diritti civili. I baby boomers, i nati tra il 1946 e il 1964, dopo esser stati i protagonisti della storia del Paese per oltre cinquant'anni, oggi sono relegati ai margini. Non sembra esserci più spazio per loro, nel dibattito pubblico entrano solo quando si discute di pensioni. Eppure le "pantere grigie", come le definisce Rampini, potrebbero ancora essere molto utili alla nostra società. Con la vita media giunta ormai alle soglie dei novantanni, i baby boomers hanno davanti una "seconda età adulta". Da spendere sui luoghi di lavoro, con la possibilità di trasmettere un bagaglio di esperienze che nessun hard disk potrà mai contenere. "Voi avete gli orologi? Noi abbiamo il tempo" è un proverbio afghano, un motto contro la frenesia occidentale. I cinquantenni l'hanno fatto proprio: qualche capello bianco ha insegnato loro a ridurre la velocità e a mettere in campo la saggezza. Il libro di Rampini è un manifesto generazionale, per dimostrare che non esistono solo la memoria e i ricordi, ma un futuro da scrivere, anzi da digitare, magari alla tastiera di un iPad.


http://www.tusfiles.net/apnw14x05iem

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fr2012statosociale.jpg

Federico Rampini

"Non ci possiamo più permettere uno Stato sociale" Falso!

2012 | EPUB + PDF | 0.8 MB

"Tutta l'Europa viene associata a un sistema statalista e assistenziale, che deprime l'iniziativa individuale e la creatività, condannandosi a una perpetua stagnazione. L'idea che "Europa = declino" è diventata in America un luogo comune. Il paradosso è che anche molti tra gli europei condividono questa lettura pessimistica del loro modello ed è sorprendente osservate quanto siano poco europee le soluzioni proposte in Europa per affrontare la crisi. Nonostante la scarsa simpatia o attrazione verso un mercato libero all'americana, con i conseguenti eccessi di flessibilità e dunque di insicurezza, molti in Europa pensano ormai che lo stato sociale a cui sono stati abituati e la tradizione di spesa pubblica keynesiana siano condannati. Ma che cosa succederà se i governi europei finiranno con il convincersi che gli Americani hanno ragione? E come è possibile che perfino la Germania, la nostra prima della classe in quanto a efficacia del modello sociale che si prende cura dei cittadini dalla culla alla tomba, stia costringendo i suoi partner europei a smantellare molte delle conquiste legate alla sanità, alle pensioni, alla pubblica amministrazione?". Siamo sicuri che sia questa la strada giusta?


http://www.tusfiles.net/xm8gox5qevbd

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jrieconomiaidrogeno.jpg

Jeremy Rifkin

Economia all'Idrogeno

La creazione del Worldwide Energy Web e la redistribuzione del potere sulla terra

2002 | PDF | 2.0 MB

Di fronte alla crisi delle risorse petrolifere, sfruttate indiscriminatamente dall'uomo, e all'acuirsi di possibili nuove crisi tra mondo islamico, che gestisce l'80 per cento di queste risorse, e mondo occidentale, l'autore propone un network globale di produzione e distribuzione energetica.


http://www.tusfiles.net/hk65caf29w7i

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

comefunzionalagaranzia.jpg

Gianfranco Giardina

Come funziona la garanzia?

La Guida Completa

2012 | True PDF | 9 pagine | 0.4 MB

Ecco una guida facile ma completa per orientarsi nella giungla della garanzia, tra diritti veri e presunti dei consumatori, equivoci ricorrenti, peripezie e lungaggini.


http://www.tusfiles.net/wcua8hxhpga9

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pbgrandecrimine.jpg

Paolo Barnard

Il più grande crimine

Ecco cos'è accaduto veramente alla democrazia e alla ricchezza comune. E a vantaggio di chi

2011 | PDF | 0.9 MB

Il saggio di Barnard è un prezioso contributo per comprendere e capire la situazione e le dinamiche del capitalismo finanziario globale di cui siamo vittime disinformate ed indifese: analizza la storia economica e politica che ha portato all'affermarsi del neoliberismo e dell'Eurozona. «Questa è una inchiesta di rigore scientifico che si è avvalsa della consulenza di dodici economisti universitari internazionali. I loro nomi, le note e la bibliografia che attestano della serietà di questo saggio sono elencati in calce. Ma l'ho scritto in stile narrativo affinché chiunque possa leggerlo e divulgarlo.» (Paolo Barnard)


http://www.tusfiles.net/hq4f8t2azz1y

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcagbugieambientalisti2.jpg

Riccardo Cascioli, Antonio Gaspari

Le bugie degli ambientalisti 2

I falsi allarmismi dei movimenti ecologisti

2006 | EPUB | 0.2 MB

Un nuovo capitolo dell'inchiesta sulle grida d'allarme lanciate dagli ambientalisti che, profeti di sventura per il pianeta Terra, seminano il panico al solo scopo di raccogliere fondi per operazioni demagogiche, ideologiche e politiche che nulla hanno a che fare con la salvaguardia dell'ambiente. Vengono dunque smascherate tutte le menzogne sullo sviluppo demografico, sulla disponibilità di risorse prime ed energetiche, sul rapporto uomo-ambiente, sull'inquinamento, dimostrando infine che il mondo non sta poi così male come ci vogliono fare credere.


http://www.tusfiles.net/7swe097z70dy

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rhsenzapetrolio.jpg

Richard Heinberg

Senza petrolio

Il protocollo per evitare le guerre, il terrorismo e il collasso economico

2008 | PDF | 15.8 MB

L'oro nero è la fonte energetica primaria della civiltà industrializzata e il suo progressivo esaurimento rappresenta un problema che investe ogni aspetto dello stile di vita occidentale. Dal petrolio, infatti, non si ricavano solo carburanti, ma una gran quantità di prodotti d'uso quotidiano (sapone per i piatti, spazzolino da denti, aspirina, CD, carte di credito, schiuma da barba, microchip dei computer ecc.). È per questo che, senza un accordo internazionale per monitorare il calo progressivo del consumo di questa risorsa fondamentale, il mondo dovrà fronteggiare con ogni probabilità un periodo di profonda crisi economica e lo scoppio di una serie di conflitti per il controllo dell'energia.


http://www.tusfiles.net/jqzni99nmo5z

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pianob30.jpg

Lester R. Brown

Piano B 3.0

Mobilitarsi per salvare la civiltà

2008 | PDF | 195 pagine | 1.0 MB

Alcune tra le criticità più recenti, come il declino della produzione del petrolio, le conseguenze del riscaldamento globale e l'aumento dei prezzi dei generi alimentari, rischiano di spingere a un punto di rottura l'intero sistema dell'economia mondiale. La sfida, quindi, è costruirne uno nuovo, prevalentemente alimentato da fonti energetiche rinnovabili, dotato di un sistema di trasporti estremamente differenziato e che riusi e ricicli i propri scarti in maniera efficiente. Ed è indispensabile farlo a una velocità senza precedenti, perché perpetuare il modello economico attuale, che sta distruggendo gli ecosistemi che lo supportano e spianando la via a pericolosi cambiamenti climatici, non è più un'opzione percorribile. Un piano d'azione per invertire la rotta è quanto Lester Brown, propone con "Piano B 3.0". Una strada, percorribile già da oggi, per ridurre su scala globale e locale sprechi e inefficienze e per liberarci rapidamente dalla dipendenza dai combustibili fossili. Una strategia in cui non sono ammessi spettatori e in cui ciascun individuo ha un ruolo chiave da giocare.


http://www.tusfiles.net/w4vogmpmy5di

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

soldi7giorni.jpg

Giacomo Bruno

Fare soldi online in 7 giorni

Guida strategica per guadagnare su Internet e creare rendite automatiche di denaro

2010 | True PDF | 232 pagine | 5.6 MB

Sei stanco del tuo lavoro? Vuoi guadagnare soldi anche quando dormi? Scopri la guida passo passo per guadagnare soldi online in 7 giorni e creare rendite con internet facilmente e senza esperienza. Impara come guadagnare su internet, come risparmiare denaro, migliorare la qualità della tua vita e avere più tempo libero a disposizione.


http://www.tusfiles.net/kwpwxol17xnd

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

soldiblogminisiti.jpg

Giacomo Bruno

Fare soldi online con blog e minisiti

Guadagnare e creare rendite sul web con i segreti di blog e minisiti

2010 | True PDF | 338 pagine | 10.8 MB

Il libro, con illustrazioni a colori, offre le più efficaci strategie di persuasione ipnotica e programmazione neuro-linguistica per creare siti web in grado di generare flussi di denaro continui. Con costi vicini allo zero, internet consente a chiunque abbia la giusta formazione di avere rendite automatiche di soldi che affiancano il proprio stipendio. Fino a oggi, con 100.000.000 di blog in tutto il mondo e sempre più persone online, i blog hanno fatto registrare una crescita costante. Il blog è il nuovo strumento per creare un rapporto di fiducia con il cliente, un rapporto diretto e trasparente. Ma perché sia efficace occorre adottare strategie pratiche e immediate, che consentano di costruire pagine web per vendere qualsiasi tipo di prodotto o infoprodotto, per motivare all'acquisto, per informare su tutte le caratteristiche e per rassicurare i propri utenti. Questo offre il libro di Giacomo Bruno: strategie pratiche di web usability, strategie per persuadere, creare fiducia e garantire la soddisfazione totale.


http://www.tusfiles.net/x6aukdhgxhvp

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

soldiebay.jpg

Giacomo Bruno

Fare soldi online con Ebay

Guida strategica per guadagnare denaro con le aste online e con i segreti dei Powerseller

2011 | True PDF | 93 pagine | 1.1 MB

Fare Soldi Online con Ebay ti insegna come guadagnare denaro con le aste online, imparando come vincere le aste a prezzi convenienti, come vendere con successo prodotti tuoi o prodotti degli altri, come guadagnare senza neanche partecipare alle aste. Imparerai i più nascosti segreti dei Powerseller, universalmente riconosciuti come i più grandi venditori di Ebay, per fare soldi e guadagnare denaro in maniera costante vendendo ogni tipo di prodotto e utilizzando risorse nascoste gratuite. Questo libro ti è indispensabile se vuoi scoprire il metodo usato dai più esperti per vincere le aste su Ebay; sapere quali sono i prodotti più venduti nelle aste online; diventare Powerseller in soli 90 giorni; creare una nuova attività partendo da zero senza bisogno di soldi; triplicare le tue entrate in poco tempo senza lasciare il tuo lavoro; scoprire i segreti della comunicazione e persuasione sul web; motivare gli utenti all'acquisto con una pagina ben studiata; automatizzare tutto il processo per guadagnare 24 ore su 24; evitare truffe e lavorare nella massima sicurezza; aprire un negozio su Ebay per vendere oggetti di altri; guadagnare denaro anche senza comprare né vendere niente.


http://www.tusfiles.net/pzz9nnmouvt9

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mobilemarketingoltreapp.jpg

Andrea Boaretto, Giuliano Noci, Fabrizio Maria Pini

Mobile marketing

Oltre le App… per una vera strategia multicanale

2011 | PDF | 242 pagine | 1.6 MB

Il mobile marketing si sta imponendo come uno dei metodi di marketing diretto più efficaci e ad alta crescita, grazie all'utilizzo sempre più diffuso della telefonia mobile. Con Mobile Marketing si definisce un processo di marketing diretto a cellulari, palmari, notebook e apps, ma anche a una molteplicità di apparati e reti. Il Mobile è un po' come l'ultimo arrivato, in termini di canali di marketing per le imprese, ed è uno strumento ricco di risorse e di opportunità, ancora tutto da sfruttare e poco conosciuto dalle imprese. Quest'opera individua le peculiarità del mobile, dei loro pattern di uso da parte dei consumatori e dei contesti di consumo del mezzo; ne descrive formati, meccaniche, opportunità di utilizzo come strumento di advertising, promotion e relazione con i clienti; fornisce modelli, indicazioni per la corretta analisi dei risultati dell'utilizzo del Mobile Marketing; evidenzia trend futuri circa nuove tecnologie e trend di utilizzo del Mobile.


http://www.tusfiles.net/ifhomh4z37rr

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

marketingaz.jpg

Philip Kotler

Il marketing dalla A alla Z

Gli 80 concetti indispensabili per ogni manager

2010 | PDF | 241 pagine | 34.3 MB

"È difficile imparare il marketing? La buona notizia è che il marketing si impara in un giorno. La cattiva notizia è che occorre una vita per conoscerlo a fondo! Un'altra buona notizia è che il marketing non morirà mai, ma anche qui c'è un rovescio della medaglia: cambierà di continuo, mettendo sempre in discussione le cose che abbiamo appreso e diamo per scontate. Nei prossimi dieci anni sarà sottoposto a un reengineering dalla a alla zeta. Per questo ho deciso di isolare gli 80 concetti più significativi indispensabili a chiunque desideri continuare a operare con successo su un mercato ipercompetitivo e in rapida evoluzione". (Philip Kotler) Un compendio di tutto quello che si deve sapere sul marketing, dal guru mondiale Philip Kotler, una delle massime autorità mondiali nel campo del marketing e autore di 35 libri, in gran parte pubblicati in Italia dal Sole 24 Ore.


http://www.tusfiles.net/p3ydep6z93bo

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

50ideemanagement.jpg

Edward Russell-Walling

50 grandi idee di management

2010 | PDF | 208 pagine | 27.8 MB

Dalla teoria della “lunga coda” alla strategia dell'“oceano blu”, il volume propone al lettore un'ampia panoramica sulle teorie e gli strumenti principali della gestione delle imprese, rivela i segreti che stanno alla base della leadership, della strategia e dell'innovazione aziendali e illustra concetti fondamentali quali quelli del branding, della globalizzarione e della “corporate governance. Ricco di esempi e aneddoti sulle aziende di successo, di citazioni dei principali pensatori e studiosi, l'opera di Russell-Walling fornisce una guida agile e di piacevole lettura, indispensabile per orientarsi nel gergo del management, un linguaggio oggi diffuso anche in settori e discipline diversi, dall'economia alla politica. Un libro destinato a tutti coloro che studiano e lavorano nel settore o semplicemente vogliono conoscere più da vicino la filosofia e le strategie delle imprese.


http://www.tusfiles.net/n1v9y2goaeb6

Password: nick2nick

Registrati o effettua il login per visualizzare questo contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti